Quando richiedere una Visita Oculistica

Una Visita Oculistica è un ottimo e fondamentale momento nella cura della salute della persona, non solamente per la cura o diagnosi di patologie oculari ma anche per un corretto inquadramento sistemico dell salute del paziente.Quando richiedere una visita oculistica Durante la visita oculistica possono infatti essere evidenziate e diagnosticate numerosissime patologie di carattere generale, tra le quali il diabete, l'ipertensione arteriosa, malattie autoimmuni, neuriti e malattie neurologiche, nefropatie, effetti collaterali di farmaci, ecc.. Proprio per questo importante e diretto coinvolgimento oculare, il medico di famiglia o gli altri specialisti richiedono la visita oculistica a completamento diagnostico delle elencate patologie.

In linea generale è ottima norma effettuare una visita oculistica di screening in tutti i bambini neonati, valutazione che infatti viene effettuata di routine in numerosi (ma non tutti) ospedali per escludere patologie congenite che se non diagnosticate comportano la cecità irreversibile da uno o entrambi gli occhi. Altro importante momento per effettuare una valutazione oculistica è l'età di 3-4 anni, quando il bambino diventa sufficientemente collaborante per potere effettuare una visita oculistica più completa ed eventualmente ecludere la necessità di occhiali. A tale proposito si veda la sezione bambini dedicata.

La popolazione adulta sana dovrebbe sottoporsi a visita oculistica annualmente, per controllare lo stato di salute dell'occhio e della retina e per escludere l'insorgenza di patologie asintomatiche che portano a cecità e troppo spesso trascurate come glaucoma, maculopatie o altre patologie. Tale frequenza di valutazione oculistica deve essere tassativamente intensificata in caso di patologie come:

  • miopia
  • patologie oculari di qualsiasi natura
  • diabete
  • ipertensione arteriosa
  • neuriti
  • malattie autoimmuni
  • endocrinopatie
  • nefriti

Grazie agli enormi progressi in campo medico, l'Oculista saprà prevenire patologie e cecità fino ad alcuni anni fa non curabili nonché correttamente inquadrare patologie sistemiche da seguire in concerto con altri Specialisti per la salute ed il benessere generale del paziente.