Strabismo

Lo strabismo consiste in una deviazione degli assi visivi causata da un malfunzionamento dei muscoli oculari estrinseci, che oltre ad un più o meno grave inestetismo può portare alla perdita del senso di profondità ed eventualmente anche all'ambliopia, ovvero l'incapacità di vedere di un occhio.Strabismo Accomodativo Con la visione normale il cervello ottiene infatti due immagini della realtà provenienti dai due occhi che sono leggermente diverse l'una dall'altra, grazie alla diversa prospettiva che hanno i due bulbi oculari. A livello corticale tali disparità di immagini vengono rielaborate e fuse in un'unica immagine con senso di stereopsi, ossia di prospettiva e di distanza, proprio come avviene con i recenti video in 3D in cui i due occhi vedono immagini leggermente diverse l'uno dall'altra grazie all'utilizzo di occhialini con lenti diversamente polarizzate. Con lo strabismo le due immagini che raggiungono il cervello risultano essere notevolmente differenti l'una dall'altra e ciò comporta una visione che può essere doppia o confusa, pertanto il cervello perde la capacità di stereopsi e talvolta, al fine di migliorare la diplopia o la confusione delle due immagini, elimina del tutto le informazioni provenienti da uno dei due occhi rendendolo con il tempo ambliope (ovvero incapace di vedere).

È quindi essenziale una diagnosi precoce, specialmente nei bambini, per prevenire ambliopie o difetti non più facilmente correggibili se non in alcuni casi attraverso la chirurgia.Occlusione per l'ambliopia

Lo strabismo può spesso essere associato a difetti di refrazione (ipermetropia, miopia, astigmatismo ed anisometropia) in particolare nei bambini: una corretta e precoce diagnosi di questi difetti visivi è essenziale e può correggere o prevenire invalidanti disturbi di strabismo ed ambliopia. A tale proposito si raccomanda in tutti i bambini una visita oulistica all'età di 3-4 anni, quando offrano quel minimo di collaborazione per una visita oculistica completa e siano ancora abbastanza piccoli di potere correggere e recuperare difetti altrimenti non più correggibili.

Oltre agli strabismi accomodativi e legati a difetti di refrazione esistono anche altri strabismi, seppur più rari e non di età prettamente pediatrica. Questi possono essere di natura diabetica, vascolare, neurologica o traumatica e, alla pari degli strabismi di natura accomodativa, hanno prognosi legate alla precocità delle diagnosi.

Si raccomanda una valutazione oculistica ed ortottica alla comparsa di qualsiasi segno o sintomo di strabismo, in particolare ma non solo nei bambini, al fine di potere evitare l'instaurarsi di difetti altrimenti incorreggibili.