Gli occhiali, soprattutto se di potere elevato, sono spesso antiestetici e scomodi poiché provocano una distorsione e deformazione dell'immagine direttamente proporzionale al loro potere e sono comunque un serio impedimento alle attività sportive e spesso anche alle relazioni sociali. Le lenti a contatto consentono una migliore visione e sono una buona soluzione, ma possono essere mal tollerate e non dovrebbero comunque essere portate oltre un certo numero di ore giornaliere.

L'obiettivo della chirurgia refrattiva è quello di eliminare il difetto di refrazione consentendo una qualità visiva uguale e in alcuni casi anche maggiore rispetto a quella ottenuta con occhiali e lenti a contatto.

Virtualmente, è possibile togliere gli occhiali in qualsiasi paziente ed a qualsiasi età, eventualmente combinando anche tra loro le tecnologie a nostra disposizione.

Hai meno di 50 anni?

Nei pazienti più giovani, il cristallino è trasparente e ben funzionante. Si preferisce pertanto un approccio su altre strutture oculari, quali la cornea (Femto-LASIK, SMILE, PRK) o la camera posteriore (ICL). Forniscono tutte una qualità visiva eccellente ed è durante la visita preoperatoria che viene selezionata la tecnica più idonea per ogni occhio.

Play

Correggere i Difetti Visivi Sotto i 50 Anni

Hai più di 50 anni?

Oltre i 50 anni, il cristallino diventa sclerotico e disfunzionale perdendo quindi la sua funzione di messa a fuoco per vicino. Tende inoltre a perdere la sua trasparenza andando incontro alla cataratta, fenomeno obbligatorio in tutte le persone (proprio come i capelli bianchi!). Per questo motivo, nei pazienti meno giovani, si preferisce un approccio sostituendo il cristallino: con un unico intervento l'occhio sarà poi sistemato per tutta la vita. Non sarà infatti più possibile sviluppare cataratta o altri cambiamenti della focalizzazione oculare.

Play

Correggere i Difetti Visivi Sopra i 50 Anni